Vitina

Un giorno il padron d’una gran fabbrica
comprò un grandioso macchinario, complicato assai
che per un po'... molta produzione, in poco tempo e poco rumore.

Ma un bel dì... Il tutto si fermò.

Meccanici, elettricisti, idraulici,
operai ed impiegati provarono e provarono…
tutto quel che sapevano, ma...
dovettero dire al padrone: “Non sappiamo più che fare, occorre chiamare qualcuno che sappia aggiustare!”
Chiamarono chi aveva fabbricato tutto quanto e l'esperto: un omino piccolino piccolino,
arrivò in un lampo. Egli andò e sedette sullo sgabellino, davanti alla tastiera e lì premette qualche pulsantino, ma tutto restò fermo!
Scossa la testa emise un sospiro.
Estrasse dal suo taschino un cacciavitino.
S’alzò, fece pochi passi ed aprì uno sportellino.
Inserì il cacciavitino nello sportellino e fece girare non più che mezzo giro una vitina,
di sicuro piccolina piccolina. Tornò sullo sgabellino, e con la tastiera toccò il giusto tastino;
ed ecco che, meraviglia di tutti… tutto ripartì
e si ricominciò a lavorare. Il padrone felice domandò:
“Quanto vi devo per la riparazione?”
e questi rispose: “Mille Euro!”
Il padron allor fece un balzo e quasi indispettito domandò:
“Come mille Euro? Così tanto per aver lavorato solo un minuto?
Mi faccia avere la fattura con tutto l’elenco preciso!”
Il tecnico gentilmente rispose:
“Certamente! Buona giornata!” e sorridente se ne andò. 

Arrivò per posta la fattura
e dopo averla attentamente analizzata
il padrone disse alla segretaria:
“Paghi subito mille Euro!”.
Sulla fattura era così scritto:

Giraggio della vitina € 0,50
Aver saputo quale vitina girare € 999,50

L’importante non è aver fatto tanto…è saper fare quel che serve quando serve…

Albaretto, san Sebastiano; Cerretto, santissima Annunziata e Madonna di Loreto; Montelupo, Maria Vergine Assunta.

Cerca